La Combriccola del Blasco

Band

L’Italia della musica live, negli ultimi 10 anni, ha visto l’evolversi del fenomeno “tribute band”. Si tratta di gruppi, per la maggior parte rock, che, ispirati da un artista o band nazionale o internazionale, mettono in piedi uno show, denominato “tributo“, che omaggia l’artista stesso avvicinandosi alla sua voce, al suo stile e alle sue sonorità. Lo strepitoso effetto che si ottiene è una bellissima condivisione di una specifica musica tra i protagonisti della tribute band e il pubblico che li ascolta.

Il fenomeno si è sviluppato negli ultimi 10 anni, ma ben 12 anni prima, esattamente nel 1990, nella provincia di Firenze, dalla passione sfrenata di Adamo Adams Paoletti per il più grande rocker italiano, nasceva “La Combriccola del Blasco”, il tributo a Vasco Rossi. “I primi tempi” – ci racconta Adams, leader e cantante – “non furono certo facili. Non era convenzionale, nei locali della Toscana, ospitare band che suonassero la musica di un unico artista. Con la determinazione, però, e credendo in quello che facevamo, siamo riusciti a farci conoscere e apprezzare. Non nascondo che anche i primi rifiuti sono serviti per crescere, quindi il merito di ciò che siamo oggi va condiviso con tante persone”.

Attualmente “La Combriccola del Blasco” è un marchio registrato a livello nazionale emanda in scena dagli 80 ai 100 concerti ogni anno in giro per tutta la penisola. Questo risultato è il frutto di impegno, di una voce solista molto vicina a quella del rocker di Zocca, di una passione e di una band, definita dal leader stesso, oltre che dal pubblico, “grande e professionale”. C’è da sottolineare la tenacia e la capacità direttiva di Adams, che ha saputo coordinare impeccabilmente questo tipo di spettacolo, riuscendo a coinvolgere il pubblico non in un’imitazione, bensì in una condivisione della passione per Vasco e per la sua musica.

Oltre alla voce solista, la band attuale è composta da Mario Marmugi alla batteria; Beppe Targia alle tastiere e cori; Massimo Nuti, figlio d’arte, alla chitarra e cori; Stefano Tanghetti , che conta partecipazioni in studio con Umberto Tozzi e live con Dik Dik e Renato Zero, al basso; Mario Ramunni, chitarrista, attualmente operativo nella composizione di musica da film e con trascorsi live assieme ai Gemelli Diversi.

In passato “La Combriccola del Blasco” ha rappresentato l’ideale trampolino di lancio per alcuni musicisti conosciuti al grande pubblico: due su tutti, Federico “Sago” Sagona e Cosimo “Zanna” Zannelli, rispettivamente tastierista e chitarrista degli attuali Litfiba. La band vanta anche alcune partecipazioni Vip; in molti concerti si è esibita assieme ad alcuni membri della band di Vasco Rossi: Alberto Rocchetti (tastierista), Andrea Innesto (saxofonista), Riccardo Mori e Maurizio Solieri (chitarristi) e Claudio Golinelli (bassista). Tra i concerti più importanti va ricordato quello tenuto al Palalottomatica di Roma, quello al  70° Concorso Nazionale Miss Italia” a Salsomaggiore Terme, così come quello di beneficenza che si è svolto a Campi Bisenzio in compagnia del CT della Nazionale Cesare Prandelli e del comico Leonardo Pieraccioni, con il quale sono state intonate le note famosissime di “Albachiara”. Che dire, se non che, per tutti gli amanti e curiosi di Vasco, potete seguire gli eventi sul sito www.lacombriccoladelblasco.it e su Facebook, cliccando “mi piace” su “La Combriccola del Blasco Fan Club”. Non ci rimane che salutare chi avrà avuto la pazienza di leggere queste poche righe di presentazione, nell’attesa della prossima performance, sicuramente da non perdere ed inevitabilmente, è proprio il caso di dirlo,… “chiara come un’alba…”

 

Ritrovaci su

facebook